Caf - Contabilità aziendale - Firenze  
Elaborazione dati
Centro raccolta 730 - Caf
Contabilità aziendale
CAF
Contabilita
successioni
consulenza19 Jan 2018
dichiarazioni redditi
contabilità firenze
Contabilit web - Menu' -

Benvenuto
Memo
 

In scadenza a gennaio

IVA - mensile Dicembre -


Contabilità web
News
Compensazione ruoli-rimborsi
Con un provvedimento diffuso ieri, relativo alla compensazione tra ruoli e rimborsi, l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le modalit di trasmissione dei flussi informativi (art. 28-ter del DPR n. 602/1973) e le connesse modalit di movimentazione e rendicontazione delle somme che transitano sulle contabilit speciali.

Innanzitutto, si rende necessario verificare quali siano i soggetti beneficiari dei rimborsi d’imposta. Dall’elenco dei beneficiari si considerano esclusi coloro ..
Posted on 27 Feb 2012 by Administrator
Sanzioni «sospese» per lo spesometro
Con la circolare n. 4 di ieri, 16 febbraio, l’Assonime ha fatto il punto sugli ultimi chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate in materia di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a 3.000 euro (cosiddetto “spesometro”).

Tra i vari aspetti esaminati nel documento, certamente da segnalare l’intervento in materia di sanzioni.
In base all’art. 21 del DL 78/2010, nelle ipotesi di omissione delle comunicazioni telematiche, ovvero della loro effettuazione con dati incompleti o non veritieri, si applica la sanzione amministrativa di cui all’art. 11 del DLgs. 18 dicembre 1997 n. 471 (da 258 a 2.065 euro).
ammessa la definizione agevolata, con riduzione della sanzione ad un terzo del minimo, ex art. 16 comma 3 del richiamato Decreto.

Secondo l’Assonime, ragionevole ritenere che, almeno nella prima fase di applicazione delle disposizioni sul nuovo obbligo, eventuali comportamenti che non risultino conformi ai molteplici chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate tra dicembre 2010 e gennaio 2012 non vengano sanzionati.
In tali casi si dovrebbe applicare l’art. 10 comma 3 dello Statuto dei diritti del contribuente, in base al quale non sono comunque irrogate sanzioni quando la violazione dipende da obiettive condizioni di incertezza sulla portata e sull’ambito di applicazione della norma tributaria.
Posted on 17 Feb 2012 by Administrator
Studi di settore, onere della prova sempre a carico dell’Ufficio
La Corte di Cassazione interviene nuovamente, con la recente sentenza n. 1864/2012, depositata lo scorso 8 febbraio a cura della sesta sezione civile la cosiddetta sezione “filtro” , in materia di studi di settore, rafforzando il principio sancito dalla sentenza delle Sezioni Unite del 2009, la n. 26635, secondo il quale gli studi di settore non sono suscettibili di generare presunzioni dotate dei requisiti di gravit, precisione e concordanza.

La questione investe un accertamento fondato sui parametri accertativi, concernente il periodo d’imposta 1996, che vedeva il contribuente ricorrere per Cassazione avverso la decisione sfavorevole della C.T. Reg. del Lazio (sentenza n. 287/14/2009 del 15 luglio 2009): decisione, quella dei giudici regionali, che si fondava sulla ritenuta legittimit e congruit dei parametri accertativi e alla stregua dell’inconcludenza del contribuente in termini di onere probatorio.
Posted on 14 Feb 2012 by Administrator
Liquidazione trimestrale IVA, conta il volume d’affari
Come precisato dalla risoluzione n. 15/2012, la facolt di liquidare trimestralmente l’IVA riconosciuta ai soggetti passivi che, nell’anno solare precedente, hanno realizzato un volume d’affari non superiore a 400.000 euro nel caso di impresa avente ad oggetto un’attivit di prestazioni di servizi, 700.000 euro nelle altre ipotesi. stato altres precisato che, in relazione alla fattispecie del contemporaneo svolgimento di entrambe le tipologie di attivit, senza distinta annotazione dei corrispettivi, il limite di cui all’art. 7, comma 2, del DPR n. 542/1999 elevato a 700.000 euro.
Posted on 14 Feb 2012 by Administrator
Dati catastali in dichiarazione per il 36%
Al fine di poter beneficiare della detrazione IRPEF del 36% sulle spese sostenute per il recupero del patrimonio edilizio, in luogo della comunicazione di inizio lavori che doveva essere inviata al Centro Operativo di Pescara per i lavori avviati entro il 13 maggio 2011, il contribuente deve indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile, ...
Posted on 10 Feb 2012 by Administrator

<< Precedente 1 2 3 4 Prossimo >>

Content Management Powered by CuteNews
Altri siti di interesse:
Free software: